Disperazione mascherata da paura

Avevo 17 anni.
17 anni e una fantasia un pò tetra e stramba.
Ora direi: “poco nelle mie corde”.
Ma correva bene: scrivevo a perdifiato, senza fermarmi.
Arrivai a 30 pagine di scritto, una storia che ora chiamerei ridicola, ma era qualcosa di mio, e valeva molto per me.
A causa di eventi che non voglio stare ad elencare persi tutto il materiale. In modo irrecuperabile.
Non fu un bel periodo.

Ora ho 20 anni, e da Luglio avevo ripreso a scrivere seriamente qualcosa che mi poteva piacere.
All’interno ci inserivo molti pensieri che implicavano un mio cambiamento nel vedere le cose della mia vita.
Era una storia abbastanza innocua, fantasiosa e più adatta ad un fumetto che ad un libro, ma aveva raggiunto le 50 pagine e mi piaceva.
Mi piaceva davvero.
La trovavo valida e divertente.
L’ultima volta che l’ho riguardata è stata ieri: dopo una piccola correzione dell’ultimo capitolo ho chiuso il portatile, decidendo di rimandare ad oggi la spedizione per e-mail di quello che fin’ora avevo scritto ad un amico.
Stamattina il portatile non si accende e fa brutti rumori.
Ho chiamato un ragazzo che sistema computer di mestiere: è recuperabile, ma perderò tutti i contenuti.
Era da poco che avevo “resettato” il portatile per renderlo più veloce e leggero, e solo una volta sistemato avevo cominciato a scrivere le ultime 30 pagine del racconto. Senza salvarle in nessuna memoria esterna, senza inviarle a qualcuno attraverso una mail, senza, senza e senza…
Mi sento perso.
E incazzato, per primo con me stesso.
Ho perso qualcosa a cui tenevo, qualcosa che m’ha preso, da Luglio a questa parte, 3 ore al giorno.
Non tutti i giorni, ma è sempre tanto tempo.
So che se riproverò a scrivere le pagine perse non mi ritorneranno come prima…
e so che non riproverò nemmeno a riscriverle.
Sono triste.

E pure depresso

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Disperazione mascherata da paura

  1. Rocco R. ha detto:

    Ma… A meno che l’hard disk non sia completamente andato, perchè non recuperarlo? Esiste il recupero dati, o se l’hard disk è sano basterebbe attaccarlo ad un case esterno ed usarlo come memoria esterna, appunto.
    Scusami tanto per la saccenza.

    • zanzathedog ha detto:

      Rocco, in questo momento sto proprio cercando gente saccente per la soluzione del problema 🙂
      Ho chiesto a un pò di gente: m’hanno parlato di cluster e CD live, ma, a quanto pare è partito il disco fisso.
      Ieri l’ho portato in un negozio d’informatica (in cui m’hanno detto che potrebbero tirarmi fuori tutto il materiale) ma era chiuso.
      Domani rivado a sentire, con grande speranza.
      Altrimenti riscrivo tutto (peccato per un capitolo che m’era uscito, soggettivamente, bene) e questa volta salvo per mail, per tre dischi esterni e pure in versione cartacea.

      Grazie tantissimo, comunque, per l’interesse 🙂

      Ps: la depressione se n’è andata già ieri pomeriggio, ‘fanculo tutto, l’importante è che non mi sia saltata la testa: quella sì che contiene tutto il materiale importante 😀

  2. non prendertela..sii fatalista ne scriverai uno migliore su come hai hai trasformato in un arma omicida un povero animaletto esanime!!! 😀

Scrivi pure qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...